L’assemblea di condominio ha sempre torto

12 Novembre 2020

L’assemblea di condominio ha sempre torto

La spinosa questione condominiale di cosa è giusto e cosa è sbagliato

Non mi infilerò nella spinosa questione di definire cosa significa avere ragione o torto, ma il fatto che un numero di persone in una assemblea condominiale sia d’accordo su un certo tema non è di fatto una ragione assoluta.

Il titolo di questo articolo “l’assemblea di condominio ha sempre torto”, contiene una serie di pensieri frutto dell’esperienza, e mi sono trovato a pensare che era molto interessante condividere e sviluppare questo concetto supportato dall’esperienza nell’innovazione tecnologica in condominio.

Il giudizio di cosa sia giusto e cosa sia sbagliato

Il giudizio è qualcosa di molto personale, e cosa è giusto e cosa è sbagliato lo è ancora di più. Ma esiste qualcosa che di fatto in alcune circostanze rende le scelte della maggioranza dell’assemblea di condominio di fatto sbagliate. Questo è il caso delle innovazioni in condominio.

Le resistenze del condominio alle innovazioni tecnologiche

Sto parlando dell’Innovazione tecnologica, il momento in cui un amministratore di condominio o un condomine proponga all’assemblea di condominio una nuova idea innovativa e tecnologica. Questo è il caso in cui la maggioranza dell’assemblea ha torto, in quanto è il momento in cui una idea innovativa molto probabilmente viene bocciata.

La diffusione delle innovazioni in condominio

La diffusione dell’Innovazione è spiegata dalle necessità più o meno necessarie o indispensabili sostenuta dalle idee degli innovatori. Queste sono condomini o amministratori di condominio che abbracciano le novità semplicemente perché scelgono di migliorare il condominio.

L’assemblea di condominio ha sempre torto e gli innovatori in condominio che se ne fregano della massa

Sono dei visionari, che siano condomini o amministratori di condominio, persone a cui piace provare cose nuove soltanto perché pensano di migliorare, sono persone attente all’innovazione che sia un prodotto un servizio.

Ecco che arriva la maggioranza dell’assemblea di condominio che alla fine quando arriva il momento di approvare bocciano clamorosamente ogni iniziativa pensando che quell’idea è una enorme cazzata. L’assemblea di condominio ha sempre torto !!!

Poi quando tutti avranno ormai adottato quell’innovazione e quella maggioranza dell’assemblea aveva bocciato la abbraccerà come se non ci fosse un domani.

Con il tempo la maggioranza dell’assemblea finirà per abbracciare le innovazioni

All’inizio la maggioranza dell’assemblea vi boccerà o quantomeno vi ignorerà. Solo una piccola parte di persone probabilmente condividerà l’innovazione. Quello che è certo è che col tempo, la maggioranza del condominio finirà per accettare l’innovazione

Quello che sto affermando è che la maggioranza dell’assemblea aveva torto e quello che è certo è che la maggioranza delle persone non è incline alle novità soprattutto tecnologiche per motivi legittimi, non le comprendono perché non ne approfondiscono i concetti e le utilità.

La mancanza di tempo o di voglia di assorbire informazioni fa si da non riuscire ad avere la capacità di capire che ogni cosa è valido e si cestina a prescindere.

“Quando si parla di innovazione in condominio non possiamo fare affidamento sulla maggioranza dell’assemblea perché ha torto”

Come facciamo a sapere se una innovazione in condominio funzionerà

Li chiamano Early adopters, sono quelle persone che prima di noi hanno adottato una tecnologia e che hanno risvegliato in altri, amministratori di condominio o condomini sognatori, di replicare quella innovazione nel loro condominio.

Gli Early adopters non sono dei fanatici ma persone che comprendono ciò che nessun altro a parte loro riesce a percepire come novità pratica.

Da dove nasce una idea innovativa in condominio?

Nasce da un problema da dover risolvere. Gli innovatori in condominio sono consapevoli di avere un problema da voler risolvere e si sono attivati per trovare una soluzione. La  soluzione che hanno trovato viene raccolta da chi già ha testato tali innovazioni.

Va da se che se c’è una soluzione ad un problema che potremmo risolvere, una fetta sempre più ampia dell’assemblea deciderà ad unanimità arrivando alla maggioranza. Questa è la normalità di un mondo consapevole, facile a dirsi ma nella realtà perché l’assemblea di condominio ha sempre torto

Il caso pratico della bacheca digitale

Gestiamo 30 condomini, e a tutti e 30 abbiamo proposto l’installazione gratuita di una bacheca digitale. Il problema nasce dalla possibilità di migliorare la comunicazione e la soluzione è tecnologica e gratuita. L’entusiasmo di una proposta migliorativa del condominio, visionaria per una comunicazione veloce ed efficace, si è scontrata presto con assemblee di condominio che avevano torto.

Su 30 condomini a cui abbiamo proposto l’installazione gratuita della Laserwall, solo 4 hanno risposto con entusiasmo.

Le motivazioni per cui l’assemblea aveva torto:

  • Consuma corrente
  • Il contratto sottoscritto è vincolante e dura troppi anni (5 anni)
  • Ha dei costi occulti
  • Va bene la bacheca digitale ma non vogliamo la pubblicità
  • Ci spia attraverso la telecamera

L’innovazione in condominio si è scontrata contro il volere di una assemblea di condominio che dovrebbe darsi una spiegazione alla sua incoscienza. Andare contro alle innovazioni è un andare contro un nemico che non esiste, a scuse sorrette dall’andare semplicemente contro, che al giorno d’oggi sembrerebbe fare figo, soprattutto quando ci si lancia in qualcosa di nuovo.

Conclusione per l’assemblea di condominio ha sempre torto

Il valore di una scelta nell’assemblea di condominio giusta o sbagliata, sta nell’accordo che troviamo nell’esatto momento è nello specifico contesto. Sembra un concetto difficile ma in realtà è molto semplice.

Una decisione può essere contemporaneamente giusta o sbagliata a seconda del tempo e dello spazio in cui viene presentata, quindi giusto o sbagliato sono concetti che non vivono nello stesso tempo e nello stesso modo.

Noi innovatori dobbiamo pensare che stiamo facendo la cosa giusta e non sbagliata solo perché la maggioranza dell’assemblea di condominio non è d’accordo in un tempo e in uno spazio in cui non si trovano.

Potrebbe interessarti anche:

Bacheca digitale in condominio

 

Clicca su una stella per valutarla!

Valutazione media 0 / 5. Numero voti: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Calcola Preventivo

Calcola un preventivo per conoscere le nostre tariffe.

Stima costi condominiali annuali: Calcola
Chiedimi
1
Posso aiutarti?
Sono il tuo assistente virtuale di Webcondomini!. Come posso aiutarti?