Il core business dell’amministratore di condominio

11 Maggio 2021

Il core business dell’amministratore di condominio

Come acquisire nuovi condomini

Ottimizzare il core business dell’amministratore di condominio al fine di incrementare gli utili, è lo scopo di ogni amministratore di condominio. Prima di entrare nel vivo dell’argomento è importante fare una riflessione:

Aumentare il proprio business per fare più soldi, non necessariamente vuol dire più utile.

Spieghiamo meglio, il binomio più condomini non necessariamente vuol dire più soldi:

Warren Buffett, investitore miliardario una volta disse:

“Se non trovi un modo per fare soldi mentre dormi, lavorerai fino alla morte.”

Ed è vero, più condomini vuol dire più spese, più personale, una struttura adeguata, insomma, probabilmente non sarà neanche conveniente, il servizio ne perderà sicuramente di qualità e probabilmente invece di guadagnare più soldi perderai il sonno per i troppi pensieri.

Il target nell’amministrazione condominiale

L’amministratore di condominio deve darsi un target. Il target massimo è del tutto personale, ed è la prima risposta che si deve dare un amministratore di condominio quando inizia questa professione:

Dove voglio arrivare?

La risposta è semplice ed è nella Vostra ambizione, ma l’ambizione dell’amministratore di condominio ha un confine che si chiama condominio.

Spieghiamo meglio:

Il core business dell’amministrazione di condominio è limitato

Purtroppo è così, l’attività di amministratore di condominio ha un core business limitato. L’organizzazione, la pianificazione e la strategia nella gestione dei condomini non consente una moltiplicazione dell’attività principale attraverso la diversificazione che non è propria dell’attività originaria dell’amministratore di condominio.

Questo è il motivo per cui l’amministratore di condominio non è un imprenditore

Quando un imprenditore decide di fare impresa, si trova ad affrontare essenzialmente due scelte:

  • Il posizionamento: dove sviluppare il proprio business.
  • Il targeting/profilo dei clienti: a chi ci si rivolge.

A prescindere da questi due elementi, l’importante per un imprenditore è il target Strategy, meglio definibile come la platea dei potenziali clienti, riassumibile in “eterogenei”.

Da qui possiamo capire quanto è limitato il mondo dei condomini. Nell’era di internet il condominio essendo posizionato in un’area circoscritta fa si che il core business dell’amministratore di condominio sia limitato alla residenza/domicilio e il target dei clienti sia unico, il condominio.

Fatte le dovute premesse, iniziamo a capire come ottenere nuovi condomini.

Essere un driver nell’amministrazione condominiale

Essere un amministratore di condominio Driver, significa essere ambiziosi, positivi e competitivi. Il driver è il cuore del core business dell’amministratore di condominio.

Se tu fossi un condomine vorresti affidare la gestione del tuo condominio a un amministratore che fa solo il compitino mediocre o sufficiente?

Tutti i business hanno in comune dei fondamentali

Tutti i business hanno in comune dei fondamentali, anche quello dei condomini:

  • I clienti: che nel nostro caso sono qualificabili in una macro area che chiamato condominio
  • La vendita del servizio
  • La ricerca del servizio.
  • Attirare nuovi clienti
  • Fidelizzare vecchi clienti

Non esiste un business come quello dell’amministrazione condominiale che può sopravvivere senza un sistema che attiri nuova clientela e fidelizzi quella esistente.

Il settore del business dei condomini è diverso dagli altri settori

La maggior parte di voi pensa che il settore dei condomini sia oggettivamente differente dagli altri settori dei servizi.

“Se pensate questo vuol dire che non  lo conosce nella radice.”

Qualcuno ti ha insegnato che quel settore è così,  che è sempre stato così, e che va fatto  sempre così, così come veniva gestito prima di te …

Questo non è il pensiero di un’amministratore di condominio driver. Attenzione però, le nuove regole del gioco non includono comprare una mezza pagina di pubblicità da appiccicare su di un giornale o in in qualche sito di news, blog o quelle del tipo trova l’amministratore di condominio vicino a te, per non palare dei servizi che inviano preventivi gratis di amministratori condominiali vicino a te o soddisfatto o rimborsato.

Comprendere i condomini per fare la differenza

La differenza tra l’amministrazione condominiale ed altre forme di servizi è che la categoria dei condomini è immobile.

“I condomini sono li immobili …. stanno fermi.”

Cosa vuol dire fare business con clienti immobili? vuol dire che sei tu a dover procacciare il cliente recandoti in condominio?

Recarsi in condomino per pubblicizzare un servizio potrebbe andare bene per un rappresentante della Folletto, ma non per l’amministratore di condominio, non è affatto professionale.

Facciamo un passo indietro, se è vero che il business dell’amministrazione condominiale non è diverso dagli altri business, è altrettanto vero che per il business dell’amministratore di condominio è diverso per il focus. A questo punto la palla è personale e passa ognuno di noi, ogni amministratore di condominio dovrà darsi un metodo.

Qual è questo metodo vi starete chiedendo ….

Presentare in maniera che il condominio percepisca che siete la persona più adatta alla loro situazione.

“L’amministratore di condominio non vende un servizio, offre soluzioni.”

Comprendere il mercato della gestione dei Condomini

Capire il mercato in cui stai lavorando è fondamentale. Non è possibile trattare i condomini tutti alla stessa maniera. Conoscere le differenze di partenza quando ci si propone nella gestione di un condominio è fondamentale, non solo per parlarne con un interlocutore che meglio di noi conosce il condominio, ma anche per fare una corretta valutazione economica per la gestione, nonché valutazione della convenienza. Non è detto che convenga gestirlo un condominio, se è troppo problematico forse non ne vale la pena.

Capire che tipo di condomino hai di fronte

Significa quali corde toccare per instaurare una fiducia che possa far capire che siete la persona giusta per migliorare la sua vita condominiale. Rendersi conto delle reali necessità dell’interlocutore, che in quel momento rappresenta il condominio, può consentirvi di far chiarezza su quelli che sono i dubbi in un cambio di gestione.

Vendere un valore e non un servizio

Se un condomine arriva nel vostro ufficio, seduto davanti a voi e vi parla, vi espone un problema. La soluzione di un’esigenza da sanare non passa dal servizio, ma dal valore.

Tecniche di offerta di un valore al condominio

Occorre abbandonare la linea di confine dove lavorano i tuoi competitor, per spingerti oltre,  verso quel valore che ti differenzia.

Sfrutta tutte le informazioni che hai a disposizione per offrire nuovi punti di vista alla persona che hai di fronte. Questo ti permette di alzare le probabilità di vendita e di differenziarti dall’offerta standard che viene fatta dai tuoi competitor.

Si inizia spostando i fattori di interlocuzione su un piano diverso.

“Non quello tra amministratore di condominio e condomine, ma tra paziente e dottore.”

Non parlare male dell’amministratore di condominio in carica

Noi dovete presentarvi come una persona migliore. La prima cosa che ci viene da pensare quando ci si propone una mala gestio di un condominio è la mancanza di:

  • comunicazione;
  • presenza;
  • risposte;
  • ecc …

Si è sempre tentati, come di impulso, a giocare la carta della comunicazione attraverso email, cellulare, bacheche digitali, di garantire una presenza mensile o cadenzata, fornire tutti i recapiti di studio e perfino di casa.

Tutto per fare bella figura di fronte al cliente

Questo è un grave errore. In quel momento state focalizzando il discorso su aspetti che per il condomine sono negativi e non dimostrabili, perché il precedente amministratore, con tutta probabilità, gli avrà detto le medesime parole.

Senza volerlo si attribuiscono quei valori negativi alla propria gestione

Al condominio occorre vendere soluzioni e non modi di essere

Conoscere le soluzioni ai problemi, esporle come eventi già risolti su condomini gestiti sposta la narrazione dal come si è a cosa si è fatto.

Non occorre puntare sui vantaggi o su i benefici del tuo servizio ma sul cosa cambierà. Ecco cosa occorre vendere ai condomini, il cambiamento.

Il cambiamento è l’unica cosa che occorre vendere nell’amministrazione condominiale

Occorre trasmettere il cosa cambierà nella vita condominiale con la vostra gestione.

Webcondomini Amministratore condomini a Roma

Potrebbe interessarti:

La pazienza dell’amministratore di condominio

Clicca su una stella per valutarla!

Valutazione media 5 / 5. Numero voti: 1

No votes so far! Be the first to rate this post.

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Albo Amministratori di condominio

Albo Amministratori di condominio Istituzione di nuovi albi professionali, firmato il decreto che attua la Legge che istituisce l’albo professionale per l’amministratore di condominio. Dopo

Leggi Tutto »

Calcola Preventivo

Calcola un preventivo per conoscere le nostre tariffe.

Stima costi condominiali annuali: Calcola
Chiedimi
1
Posso aiutarti?
Sono il tuo assistente virtuale di Webcondomini!. Come posso aiutarti?