• 26 NOV 14
    • 3

    I diritti dell’inquilino nel Condominio

    Con la riforma del condominio, l’inquilino entra a pieno titolo nella vita condominiale, basta penzare che l’articolo 1130 c.c. prevede che nell’anagrafe condominiale siano registrati anche i conduttori.

    Il conduttore (inquilino), può chiedere di visionare i registri condiominiali e ottenere copie dei documenti giustificativi delle spese.

    Ricordiamo che a carico del conduttore ci sono le seguenti spese:

    1. Riscaldamento;
    2. Condizionamento dell’aria;
    3. Pulizia del condominio;
    4. Manutenzione ordinaria dell’ascensore;
    5. Acqua;
    6. Energia elettrica;
    7. Spurgo dei pozzi neri e latrine;
    8. Fornitura di altri servizi comuni.

    Spese diversamente ripartite:

    9. La portineria sono a carico del conduttore al 90%, comunque variabile

    10. Amministratore al 50%.

    In assemblea condominiale il conduttore ha diritto di intervenire con voto, per le spese di cui al punto 1 e 2, e senza diritto diritto di voto sugli altri servizi comuni. Il conduttore ha la facoltà di impugnare una delibera in caso di omessa, tardiva o incompleta convocazione art. 66 disp. att.ai punti 1 e 2.

    ATTENZIONE:

    Contrattualmente al conduttore non possono essere addebitate, da parte del locatore, spese diversamente distribuite di cui ai punti sopra, pena la nullità del contratto di locazione

    Fonte: Anaci Roma

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream