• 22 MAG 19
    • 0
    Biciclette nell’androne condominiale

    Biciclette nell’androne condominiale

    Biciclette nell’androne condominiale

    “L’androne di un edificio deve essere adibito esclusivamente alla sua destinazione naturale, ovverosia al transito delle persone per accedere agli alloggi.”

    Regolamento che divieti le bici in androne

    Se il condominio è dotato di un regolamento che vieta il parcheggio delle biciclette nell’ androne condominiale è vietato a prescindere.

    Regolamento che non vieta le bici in androne

    L’androne condominiale è uno spazio comune a tutti i condomini, in egual diritto, e tutti hanno la possibilità di utilizzarlo purché, art. 1102:

    – non comporti una modificazione della destinazione d’uso;

    – alteri il del decoro dell’edificio;

    – provochi una lesione del pari diritto degli altri condomini.

    In pratica l’uso della cosa comune deve permettere ad ogni altro singolo condomino di servirsene anche per soddisfare le proprie analoghe esigenze.

    L’androne non è un parcheggio

    Stante quanto detto, una certezza è che l’androne non è un parcheggio, ma luogo di transito alle unità immobiliari. L’utilizzo dell’androne come parcheggio altera la destinazione d’uso della parte comune condominiale.

    Quindi, se un condomino in assenza di autorizzazione parcheggia abitualmente ed abusivamente la bicicletta nell’androne, è possibile ricorrere al tribunale.

    Comune di Roma, la proposta di legge per predisporre spazi comuni nell’ambito condominiale per l’installazione di rastrelliere per le biciclette.

    Il Comune di Roma ha approvato la proposta di Delibera (la n. 88/2017) che introduce l’art. 37-bis al Regolamento Edilizio Generale del Comune, un nuovo scenario in tema di mobilità ciclistica e destinazione degli spazi condominiali.

    “La delibera di legge 88/2017 favorisce lo sviluppo e l’accessibilità alla ciclabilità, come alternativa all’uso del veicolo motorizzato.”

    ATTENZIONE: è consentito il parcheggio delle biciclette in tutti i cortili e negli spazi comuni degli edifici esistenti, acquisito, ove necessario, il parere dell’Assemblea Condominiale.

    Il fabbisogno dei ciclisti, ovvero la necessità del ricovero della propria bicicletta in una spazio condominiale, non è sovrana rispetto alla volontà del condominio, ovvero, tale necessità va comunque discussa in assemblea per trovare lo spazio più idoneo, e un androne non lo è dato che altera la sua destinazione d’uso.

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream