• 07 FEB 14
    • 185

    Riunioni di Condominio, l’ordine del giorno da chi è deciso ?

    L’ordine del giorno è deciso da chi convova l’assemblea:
    1) l’amministratore;
    2) un condominio se l’amministratore è revocato, cessato o a perso i requisiti;
    3) i condomini convocanti ex art. 66 disp. att. c.c.In assemblea ordinaria  hanno precedenza gli adempimenti annuali :1) approvazione rendiconto;
    2) approvazione preventivo;
    3) sua eventuale revoca e nuova nomina.

    Se gli argomenti proposti da inserire in assemblea orinaria non sono inerenti, l’amministratore è tenuto a convocare un’apposita assemblea (cfr. art. 1120, terzo comma, c.c.).

    L’Assemblea straordinaria è convoca dall’amministratore quando almeno due condomini che rappresentino 1/6 del valore dell’edificio ne facciano richiesta. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

    Riassumendo: La richiesta del singolo condomino non è vincolante per l’inserimento di un ordine del giorno, a meno che non riguardi una irregolarità nella gestione del condominio, ma, è una regola non scritta di buona gestione, che l’amministratore come rappresentante del condominio e dei condòmini possa dare a tutti la possibilità di esprimersi.

    Fonte: lavorincasa.it

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream