• 21 MAR 19
    • 0
    Il Condominio e l’esperienza con il social WhatsApp

    Il Condominio e l’esperienza con il social WhatsApp

    Il condominio e l’esperienza con il social WhatsApp

    I Social sono entrati prepotentemente nella vita di tutti i giorni, abbracciando anche la vita condominiale.

    WhatsApp, è un vero e proprio social, uno strumento di messaggistica istantanea che consente a più persone di rimanere simultaneamente in contatto attraverso la creazione di “Gruppi”, un modo per abbattere il muro di una quotidianità che spesso allontana persone, pensiamo agli amici, o alla famiglia …

    I gruppi facilitano la conversazioni e le organizzazioni … ma cosa succede se il gruppo appartiene ad una chat condominiale?

    L’utilizzo di WhatsApp come chat condominiale per la nostra amministrazione, è stato un vero e proprio fallimento.

    Esistono tre modi per creare un gruppo WhatsApp condominiale:

    1. Chat condominiale con condòmini e amministratore;
    2. Chat condominiale senza Amministratore;
    3. Chat condominiale con i soli consiglieri.

    Webcondomini è uno Studio di Amministrazioni Condominiali che è sempre alla ricerca di modi per migliorare la comunicazione e per questo motivo ha abbracciato inizialmente questo modo di comunicare, adottando tutte e tre le modalità cercando di adattarle ai condomini gestiti.

    Se da un lato la presenza dell’amministratore nel “Gruppo” in un certo senso ha limitato gli insulti e le minacce, nella chat condominiale senza amministratore, si è andata a creare una stanza con persone libere di lasciarsi all’ istinto senza pensare alle conseguenze.

    WhatsApp e il condominio  

    Quante persone rispondono di istinto, e quante si fermano a pensare?

    La risposta di istinto è uno sbaglio ed è il primo grande problema dell’ignoranza online legato alla messaggistica istantanea. L’uomo è istintivo per natura, tutti siamo un po’ istintivi, e tutti un po’ non riflettiamo quando pensiamo, figuriamoci quando scriviamo, basta navigare in internet e vedere i commenti di Youtube, Facebook e nei vari blog.

    Nei social persiste una vera e propria epidemia di ignoranza, ignoranza che è fatta da quell’ ignoranza  di voler sapere le cose.

    La teoria è che siamo tutti ignoranti, non abbiamo la minima conoscenza degli oggetti che ci circondano e l’aspetto “B”  è che l’illusione della conoscenza ci sembra utile.

    “Siamo tutti ignoranti e l’illusione di conoscere ci torna utile.”

    Internet è un amplificatore di ignoranza, e avere a disposizione la conoscenza, non significa avere la conoscenza, e molte persone si sopravvalutano perché non sanno quello che non sanno.

    Guardate in giro online, i commenti i post, esiste una quantità enorme di persone che pensano di conoscere l’argomento condominio ma in realtà non lo sanno.

    “Il macro problema è che non conoscono quello che conoscono, e quello in cui vivono.”

    Altro aspetto che fa dilagare l’ignoranza attraverso i gruppi WhatsApp condominiali e che le persone partecipano con delle convinzioni da confermare, per convincersi ancora di più, e non per condividere e decidere insieme democraticamente.

    Il commento, l’insulto veloce che ti fa star bene, la prima puttanata che ci passa per la mente si spara senza pensare al lungo periodo, non pensando che stai insultando la persona che ti abita accanto alla porta, e che con quella persona ci devi convivere.

    “L’ignoranza si trova nella gratificazione istantanea, quella di un messaggio in un gruppo.”

    Altro problema è che questi gruppi abbattendo tempo e distanze, i condomini pretendono dall’ amministratore pari velocità nelle esecuzioni dei lavori.

    “Tutti vogliono tutto e subito, e se non lo fai subito, l’amministratore non è efficiente.”

    Il nostro approccio alle chat condominiali

    La nostra visione di gestione del condominio, è quella della possibilità di creare una comunicazione sana e costruttiva, comunicazione che non può passare dai social.

    Questo perché, purtroppo, la vita reale in condominio non è l’illusione della conoscenza, e ci sono condòmini che se ne approfittano, esistono dei tempi per i lavori ed interventi in condominio, tempi che non possono essere paragonati ad una messaggistica istantanea.

    Nella nostra gestione troviamo che, dopo aver provato tutte le forme di comunicazioni possibili, le email e il sito web, sono gli strumenti più efficienti.

    FONTE ISPIRATRICE:

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream