• 11 MAR 19
    • 0
    Aprire un bed and breakfast in un condominio a Roma

    Aprire un bed and breakfast in un condominio a Roma

    Aprire un bed and breakfast in un condominio a Roma

    Molte persone vorrebbero trasformare un appartamento in una forma redditizia e di guadagno, e aprire un b&b in un quartieri centrale rappresenta una vera opportunità.

    L’apertura di un b&b all’interno di un condominio non è vietata a meno che non sia espressamente vietato dal regolamento di condominio.

    Caratteristiche di un b&b a Roma

    • Non è considerata una vera e propria attività d’impresa.
    • Deve essere il proprietario dell’appartamento o la residenza.
    • E’ possibile mettere a disposizione un massimo di 3 camere.
    • E’ possibile mettere a disposizione un totale di 6 posti letto.
    • Le camere dovranno avere una superficie minima di 8 mq. per una persona.
    • Le camere dovranno avere una superficie minima di 20 mq per due persone.
    • Le camere dovranno avere una superficie minima di 24 mq per tre persone.
    • Non occorre aprire partita iva o iscriversi alla Camera di Commercio.
    • Non può essere esercitare per più di 3 mesi l’anno.
    • Non è previsto l’uso di un bagno privato ed esclusivo per gli ospiti.
    • Gli impianti devono essere conformi alle leggi vigenti.
    • Il regolamento di condominio non deve precludere l’apertura di esercizi di bed and breakfast.
    • Occorre presentare domanda di apertura bed and breakfast.

     

    La compilazione della domanda per l’apertura di un bed and breakfast

    La domanda deve contenere:

    • Quali sono i mesi di chiusura (3 mesi).
    • Le tariffe minime e massime che intendono applicare.
    • La Planimetria dell’appartamento, scala 1:100 o 1: 500.
    • L’atto di compravendita.
    • Il Certificato di Residenza.
    • Fotocopia del documento d’identità.

    Questa documentazione va trasmessa all’ Agenzia di Promozione Turistica che si trova in via Parigi 11.

    Differenza bed and breakfast con affittacamere

    Affittacamere è possibile affittare camere per 12 mesi, però necessita di Partita Iva ed è considerato a tutti gli effetti un’attività lavorativa.

    FONTE: bed-and-breakfast.it

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream